Le prime parole del profeta (la pace su di lui) a Medina - Unita Islamica Della Maremma
Salamu Alaikum da musulmani di Maremma!

Le prime parole del profeta (la pace su di lui) a Medina

Durim Mema


Le prime parole del profeta (la pace su di lui) a Medina.

Perché il mondo intero oggi parla del Profeta Muhammad (pace su di lui), è necessario tornare alla sua biografia e vedere se le accuse che vengono lanciate su e giù hanno qualche legame con la personalità del Profeta Muhammad (la pace su di lui).

Dopo tredici anni di maltrattamenti, accuse, torture e insulti, il profeta Muhammad (la pace su di lui) abbandonò la sua città natale, Mecca, insieme ad altri musulmani, e emigrò a Medina. Fu accolto dal popolo di Medina con canti e celebrazioni. Lui ei Mussulmani avevano appena messo piede in una città abitata da musulmani, idolatri e tribù ebraiche. Quali furono le sue prime parole per rivolgersi agli abitanti di Medina, che costituirebbero la base delle relazioni tra i vari cittadini del paese?Quando appena il cammello si ferma, il Profeta (la pace su lui) si é girato verso il popolo e disse:
Oh gente! Diffondete la pace, nutrite i poveri,abbiate buoni legami con i parenti e pregate la notte quando gli altri dormono, in modo da poter ottenere pacificamente il paradiso eterno! ”
Il Profeta Muhammad (pace su di lui) è il profeta della misericordia e dell’amore, si distingue da ogni forma di violenza e di odio tra persone che sono figli dello stesso padre e della stessa madre. È il profeta della pace e dell’amore interpersonale. Le sue parole hanno risuonato fino ad oggi, sono un potente messaggio per ogni musulmano che contribuisce alla creazione di pace e convivenza tra le persone.
“O gente! Diffomdete la pace “Queste parole hanno riguardato tutti gli strati di Medina, di tutte le fedi e tribù. Con queste parole, il Profeta (pace su di lui) ha richiesto loro di vivere in un’atmosfera di pace e armonia tra loro. Queste parole erano il messaggio politico del Profeta Muhammad (a.s), rivolto a tutti, nonostante le differenze. “Nutrite i poveri” è il suo messaggio economico. Con queste parole intendeva di distribuire a tutti coloro che avevano problemi economici e richiede di soddisfare i bisogni fondamentali della gente di Medina fornendo cibo quotidiano. “Abbiate buoni con i vostri parenti” è il messaggio sociale del profeta e dei musulmani a Medina.Con queste parole, il Profeta (a.s) voleva dire alle persone che provenivano da diverse tribù e fedi, che alla fine siamo tutti figli di un padre e una madre, Adamo ed Eva. Il Corano stesso si rivolge a tutte le persone con come dice il seguente versetto:

Uomini, temete il vostro Signore che vi ha creati da un solo essere, e da esso ha creato la sposa sua, e da loro ha tratto molti uomini e donne.”(Corano An Nisà. 1)
“Pregate la notte mentre gli altri dormono” è il messaggio spirituale davanti agli abitanti di Medina. Solo grazie alle sincere energie spirituali puoi diffondere la pace, nutrire i poveri e andare bene con i parenti. “Guadagna pacificamente il paradiso eterno!” Se fai tutto questo, la tua ricompensa sarà il paradiso e la vita eterna.
La pace sia su di te o Profeta della misericordia,d’amore e della pace!

Leave a Reply

Comments are closed on this post.